Ingegneria Naturalistica

FORMAZIONE L’Ingegneria Naturalistica è una disciplina tecnica che utilizza materiale vegetale vivo negli interventi antierosivi stabilizzanti e di consolidamento, anche in abbinamento con materiali inerti naturali o artificiali.

FORMAZIONE

L’Ingegneria Naturalistica è una disciplina tecnica che utilizza materiale vegetale vivo negli interventi antierosivi stabilizzanti e di consolidamento, anche in abbinamento con materiali inerti naturali o artificiali. Tale approccio permette di raggiungere obiettivi tecnico-funzionali, con indubbi vantaggi sotto il profilo ambientale e paesaggistico e con costi spesso concorrenziali ad analoghe opere “in grigio”.

Nell’ambito dell’Osservatorio Geomorfologico sono stati realizzati due corsi di formazione di ingegneria naturalistica con la collaborazione dell’AIPIN-Gruppo Promotore Abruzzo (Associazione Italiana per l’Ingegneria Naturalistica), punto di riferimento da circa venti anni nella formazione e nella divulgazione della disciplina.

I corsi si sono sviluppati in tre fasi (lezioni teoriche in classe, escursione tecnica-didattica, cantiere didattico), registrando sempre il tutto esaurito. Professionisti e soci dell’AIPIN hanno curato le docenze e coordinato la realizzazione di interventi nella Riserva, progettati e realizzati direttamente dagli allievi.

I corsi hanno ricevuto il patrocinio della SNIN (Scuola Nazionale di Ingegneria naturalistica) e sono stati accreditati presso l’Ordine dei Geologici come aggiornamento professionale continuo.

Nei cantieri didattici sono state realizzate due palificate a cassone triangolare tipo latina. Tali interventi rappresentano le prime applicazioni di questa innovativa tipologia di palificata, realizzate nella Regione Abruzzo. I cantieri didattici sono stati documentati nel QUADERNO DI CAMPO.

Il Quaderno di campo è una pubblicazione di documentazione dei cantieri didattici dei corsi di formazione di ingegneria naturalistica realizzati nell’ambito del progetto Osservatotio Geomorfologico.

Il Quaderno è stato realizzato dagli allievi del corso, con il contributo, la supervisione ed il coordinamento dei docenti.

La pubblicazione è la seconda realizzata dall’AIPIN-Gruppo Promotore Abruzzo, la prima è costituita dal Quaderno di campo pubblicato in occasione di un cantiere didattico nella Riserva Naturale Regionale Monte Genzana Alto Gizio .

La pubblicazione documenta le opere realizzate e costituisce una pratica guida. Traccia gli elementi principali necessari alla redazione di un progetto di ingegneria naturalistica e contiene utili informazioni esecutive, per la costruzione di una palificata viva a cassone triangolare tipo latina.

CORSO A: “Recupero ambientale e tecniche di Ingegneria Naturalistica” (56 ore) Settembre-Ottobre 2008.

CORSO B: ”Tecniche di Ingegneria Naturalistica” (32 ore). Marzo 2009.

 

GALLERIA FOTOGRAFICA:

Nella Galleria Fotografica potete trovare immagini dei corsi di Formazione , delle escursioni effettuate in Riserva allo scopo di conoscere il territorio e delle diverse fasi dei cantieri didattici: analisi stazionale, progettazione ed esecuzione.
LA RISERVA E I DINTORNI.

LEZIONI TEORICHE IN CLASSE

ANALISI STAZIONALE E PROGETTAZIONE

CANTIERE DIDATTICO CORSO A

CANTIERE DIDATTICO CORSO B

FOTO DI: Giuseppe Carbone, Cesare Crocetti, Vincenzo Crocetti, Alfonso Comignani, Paola Di Donato, Andrea Dignani, Paola Di Sante, Arianna Gwozdz, Filippo Vicarelli.

Allegati (3)

Ultimo aggiornamento

10 Marzo 2021, 11:04