Progetto didattico custodire la terra

Nell’ambito di questo progetto verranno quindi affrontate in primis le tematiche ambientali legate ai cambiamenti climatici, in seguito verranno analizzate le attività che potrebbero essere messe in campo al fine di mitigare i rischi ad esse connessi (utilizzo di colture pluriennali, linee tagliafuoco, creazione di piccoli bacini idrografici, metodologie colturali etc…).

Descrizione del Progetto

La risorsa suolo e le dinamiche geomorfologiche del territorio delle Terre del Cerrano (comuni di Atri, Silvi, Pineto, Roseto) sono strettamente legate a quelle che sono le dinamiche connesse ai cambiamenti climatici che negli ultimi anni stanno interessando tutto il globo. In un territorio fragile come quello dell’Abruzzo pedemontano ed in particolare come quello di Atri, che ricordiamo essere il comune abruzzese con il più alto indice di dissesto idrogeologico, questi fenomeni si manifestano con importanti ripercussioni sulle matrici ambientali generando, durante il periodo estivo, importanti incendi mentre in quello invernale fenomeni di dissesto che mettono a serio rischio sia le matrici pedologiche che quelle legate alle strutture che su tali matrici insistono, siano esse civili abitazioni che emergenze archeologiche.

Nell’ambito di questo progetto verranno quindi affrontate in primis le tematiche ambientali legate ai cambiamenti climatici, in seguito verranno analizzate le attività che potrebbero essere messe in campo al fine di mitigare i rischi ad esse connessi (utilizzo di colture pluriennali, linee tagliafuoco, creazione di piccoli bacini idrografici, metodologie colturali etc…).

Ci teniamo a precisare infatti, cosa che viene da sempre confortata da studi specialistici, che i calanchi, rappresentano l’espressione massima nel territorio europeo di fenomeni di desertificazione dovuti proprio alle alterazioni climatiche che interessano questi particolari ecosistemi da sempre e che quindi rappresentano un ottimo laboratorio dove sperimentare e attivare conoscenze su quelle che dovrebbero essere le azioni da mettere in campo per mitigare tali rischi.

ATTIVITA’ DIDATTICHE E USCITE

Alcune foto del progetto 

Allegati (2)

Ultimo aggiornamento

10 Marzo 2021, 11:38