Approfondimenti

Il territorio di Atri e dei comuni limitrofi sono una zona di pregio sotto il profilo storico e naturalistico, ma fragile dal punto di vista del rischio geoidrologico.

Il territorio di Atri e dei comuni limitrofi sono una zona di pregio sotto il profilo storico e naturalistico, ma fragile dal punto di vista del rischio geoidrologico. L’area ricade dal punto di vista idrografico nel Bacino Regionale del Torrente Piomba, che comprende oltre a questo il T. Calvano, Il F.so Cerranoe e diversi corsi d’acqua minori, impostati tutti su litotipi argillosi altamente erodibili.

La litologia e la morfologia del territorio determinano un fitto reticolo idrografico caratterizzato da vie di drenaggio intermittenti, tra cui molte valli e vallecole tipiche delle morfologie calanchive. La matrice insediativa del territorio è costituita da insediamenti storici sui rilievi, da una fascia costiera densamente urbanizzata di recente costruzione e da un territorio agricolo collinare costellato di frazioni e case sparse. La scarsa permeabilità del substrato, l’elevata erodibilità dell’argilla, le dimensioni ridotte e le pendenze elevate determinano bassi tempi di corrivazione ed un consistente trasporto solido. In caso di eventi meteorici straordinari grosse portate liquide e solide si possono raccogliere nei collettori principali arrivando velocemente alle piane alluvionali ed alle foci urbanizzate senza riuscire a smaltire le portate di piena.

L’area in esame è quindi interessata da elevati gradi di pericolo idraulico e geomorfologico, come si evince dall’analisi del Piano di Aseetto Idrogeologico regionale.

Nell’ambito dell’ Osservatorio Geomorfologico sono stati realizzati:

uno studio di documentazione ed approfondimento delle caratteristiche dell’unità idrografica del bacino regionale del Piomba, anche con la redazione di cartografie tematiche;

un articolo di approfondimento sulle morfologie calanchive;

un articolo di approfondimento delle sistemazioni in aree calanchive;

Allegati (3)

Ultimo aggiornamento

10 Marzo 2021, 11:29